All'Aurum l'Alviani ArtSpace presenta: Oblivion

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/manifesto70x100.png'

manifesto70x100PESCARA - Domenica 16 giugno dalle 19 alle 23.30 all’Aurum verrà inaugurata la quarta mostra della stagione espositiva dell’Alviani ArtSpace, spazio di ricerca e sperimentazione sul contemporaneo diretto da Lucia Zappacosta. La mostra, curata da Silvia Panerai, è dedicata al progetto Oblivion, nato da un collettivo formato da tre artisti: Giustino Di Gregorio, Manuela Cappucci e Claudio Pilotti e da due musicisti: Luca D’Alberto e Pierluigi Filipponi. Le opere sono costituite da unità elementari primarie dalla monolitica presenza, in cui la perfezione della luce si scontra con l’imperfezione della materia, la verticalità con l’orizzontalità, la leggerezza con il peso. “La mostra, dichiara Silvia Panerai, rinnova la percezione del tempo e dello spazio, attraverso l’utilizzo della luce pura. Riprendendo la logica a grate di Sol LeWitt e trovando la sua congeniale introduzione nel tunnel di Getulio Alviani, ridefinisce il concetto della scultura e crea una nuova possibilità estetica, improntata all’essenziale”. “La luce proiettata, aggiunge la curatrice, è essa stessa in movimento e lentamente si modifica seguendo una ricerca riduzionistica e quasi analitica, in grado di generare forti stati emozionali. La musica, appositamente concepita dona un senso totalizzante all’esperienza percettiva, in un susseguirsi di rifrazioni di luce e materia che conducono fin quasi alla smaterializzazione dell’opera e alla dilatazione temporale”. La mostra ,ad ingresso libero, sarà aperta dalle 17 alle 23.30 dal martedì alla domenica fino al 23 giugno.

Seguilanotizia utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.