L'Orchestra Dean Martin e Michele Di Toro al Teatro Massimo per la Giornata Mondiale della Croce Rossa

orchestra dean martinPESCARA - La rassegna Musica e Società, organizzata dallo scorso novembre dalla Fondazione Dean Martin dall’Orchestra Femminile del Mediterraneo, con il patrocinio del Comune di Pescara, della Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo e della Fondazione PescarAbruzzo, si chiude con l’ultimo concerto della stagione, in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa, in programma domenica 10 maggio alle ore 21 presso il Teatro Massimo di Pescara. L’evento è stato presentato questa mattina alla presenza della presidente della Commissione Pari Opportunità Gemma Andreini, dell’assessore comunale all’Associazionismo Sandra Santavenere, del presidente della sezione di Pescara della Croce Rossa Matteo Mattioli, della presidente dell’Associazione I Colori della Vita Giovina Zulli, della presidente della Fondazione Dean Martin Alessandra Portinari e del direttore d’orchestra Antonella De Angelis. La serata si annuncia come l’evento clou del mese di maggio per l’alta valenza degli artisti e per il programma musicale molto ricercato.

di toro verticaleSaliranno sul palco del Teatro Massimo il pianista Michele Di Toro e l’Orchestra Dean Martin, diretta da Antonella De Angelis, insieme per la seconda volta, dopo il successo ottenuto lo scorso dicembre nel Premio Dean Martin. Durante la manifestazione verrà effettuata una raccolta fondi a favore della sezione di Pescara della Croce Rossa per l’acquisto di un’ambulanza di rianimazione e per sostenere l’iniziativa dell’Associazione I Colori della Vita, impegnata nel progetto “Il sorriso nel cuore” per l’acquisto di parrucche a favore di pazienti oncologiche. La presidente Giovina Zulli sta effettuando infatti una raccolta firme affinché la Regione possa riconoscere la protesi della parrucca gratuitamente. Due azioni differenti ma mirate al benessere e alla salute della persona, un obiettivo raggiunto fin dal primo appuntamento della fortunata rassegna, che ha contribuito a far conoscere e a sostenere le iniziative di numerose associazioni che operano sul territorio. Nella prima parte della serata verranno eseguite musiche del compositore gallese Karl Jenkins, dell’inglese Frederick Delius e di Maurice Ravel. Nella seconda parte due noti brani di George Gershwin: Rhapsody in Blue e Funny Face. “Con Musica e Società - afferma Alessandra Portinari, presidente della Fondazione Dean Martin - abbiamo dimostrato di poter fare cultura con scelte di qualità, raggiungendo anche una parte di pubblico che non aveva mai visto un’orchestra dal vivo e abbiamo creato una rete sul territorio capace di condividere progetti e iniziative delle varie realtà associative presenti. Il nostro obiettivo era appunto quello di fare cultura sostenibile in un momento di crisi e di assenza di fondi per le associazioni. Nei vari appuntamenti c’è stata sempre un’importante presenza di pubblico, registrando il tutto esaurito in numerosi spettacoli. Musica e Società è stato un veicolo di sensibilizzazione tra i vari artisti, che si sono alternati sul palco in questi mesi e le varie realtà sociali alle quali abbiamo dato voce e sostegno. La nostra rassegna è stata inserita, con due spettacoli, anche nel cartellone degli appuntamenti di Expo in Città al Teatro Pime di Milano, riscuotendo notevoli consensi da parte di pubblico e critica”. “Tutti i compositori scelti per il concerto di domenica 10 maggio – spiega Antonella De Angelis, direttore d’orchestra e organizzatrice della rassegna - hanno un comune denominatore, l'approccio al jazz partendo dalla musica colta e impressionista, attraverso sonorità armoniose e seducenti. Si ripropone il brano Palladio scelto come leitmotiv dello spettacolo sulla Shoah “Ad Auschiwitz c’era un’orchestra femminile” del compositore vivente nonché sassofonista jazz rock Karl Jenkins che nel comporre l'opera in forma di Concerto Grosso riprese i principi matematici del grande architetto. Così nella musica di Gershwin, che si trasferì a Parigi per studiare con Ravel, si possono ascoltare contaminazioni impressioniste e in Ravel interesse per il blues. Di Gershwin proporremo, con il bravissimo Michele Di Toro, Rhapsody in Blue uno dei lavori più noti e apprezzati per pianoforte e orchestra”.

Per info: 3476368397

FacebookTwitterGoogleFeed

seguilciclismo

Meteo Abruzzo

La ricetta della settimana

Dolce vita

Seguilanotizia utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.