La Regione disciplina l'uso dei pascoli in Abruzzo

pascolo pecoreL'AQUILA - Gli allevatori abruzzesi hanno posto alcuni problemi circa la disciplina e l’uso dei pascoli nel nostro territorio. La Regione ha predisposto un disegno di legge per ribadire che i pascoli vanno effettivamente utilizzati e in maniera razionale. Quindi non potranno esserci speculazioni relative ad affitti o concessioni a quanti non li utilizzano effettivamente. Ma, qualora il pascolo sia effettuato nel rispetto delle prescrizioni tecniche, non è impedita la concessione anche a terzi provenienti da fuori regione. Per quanto riguarda i prati pascolo di uso civico, la Regione Abruzzo ha autorizzato i Comuni (che ne hanno fatto esplicita richiesta) a concedere (annualmente) solo terreni pascolivi a favore degli allevatori residenti, cautelandosi affinché anche gli allevatori che non volessero partecipare ai Bandi avessero superfici a sufficienza per il bestiame. A oggi, la direzione Politiche agricole non ha autorizzato nessun Comune a concedere terre civiche pascolive a favore di consorzi o altri organismi provenienti dal nord o da altre località extra regionali, appunto per evitare accaparramenti di terreni per “frodare” la Comunità Europea.

FacebookTwitterGoogleFeed

seguilciclismo

Meteo Abruzzo

La ricetta della settimana

Dolce vita

Seguilanotizia utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.