Berlusconi dà forfait, al suo posto arriva Alfano

berlusconiPESCARA - L'hanno saputo a tarda sera e la delusione è stata notevole. La marineria aspettava con fiducia l'arrivo di Silvio Berlusconi per venerdì 8 febbraio, proprio per illustrargli i gravi problemi che hanno condotto il porto alla chiusura e la marineria stessa sul lastrico. Otto mesi di totale inattività e un porto di fatto impraticabile da oltre un anno hanno messo ko non solo gli armatori, ma tutto il comparto marittimo di Pescara. Le 166 famiglie dei pescatori, ancora in attesa della cassa integrazione, avevano già preparato tutto per l'incontro con il candidato premier del centrodestra. Ma Berlusconi ha detto "no", per ora, a causa di un altro impegno definito cruciale per la campagna elettorale in pieno svolgimento. Al suo posto arriverà il segretario del Pdl Angelino Alfano, che incontrerà la stampa alle ore 11 nella Sala Petruzzi, in via delle Caserme. E' chiaro che per la marineria non è la stessa cosa, e comunque Alfano non incontrerà i portuali. Il Cavaliere ha informato del forfait il senatore Gaetano Quagliariello, capolista al Senato in Abruzzo per il Pdl, promettendo di rispettare comunque l'impegno preso: sarà a Pescara durante l'ultima settimana che precede il voto, probabilmente il 19 febbraio. Nel frattempo, la marineria ha incontrato il presidente della Caripe Pino Mauro chiedendo di sbloccare gli ultimi tre mesi di cassa integrazione del 2012, dopo che l'Inps ha assicurato di poter pagare a breve il primo semestre 2012.

FacebookTwitterGoogleFeed

seguilciclismo

Meteo Abruzzo

La ricetta della settimana

Dolce vita

Seguilanotizia utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.