Papa Francesco lava i piedi a dodici giovani di confessioni diverse

papa francesco 2Il Papa ha lavato i piedi a 12 giovani di nazionalità e confessioni diverse, tra cui due ragazze, una delle quali musulmana, tutti del carcere minorile romano di Casal Del Marmo. Una cerimonia estremamente semplice per espressa volontà del Papa che ha celebrato il rito assieme al cardinale vicario Agostino Vallini e a padre Gaetano Greco, cappellano del carcere minorile. Con loro anche due diaconi, il primo del Seminario San Carlo, fra Roi Jenkins Albuen (terziario cappuccino dell'Addolorata, confratello di padre Gaetano), due giovani del Seminario romano, di cui uno è vice cappellano (padre Pedro Acosta, colombiano). "Non c'è che dobbiamo lavarci tutti i giorni i piedi" l'uno con l'altro. Fa anche una battuta Papa Francesco prima di lavare i piedi a 12 giovani detenuti del Carcere Minorile di Casal del Marmo. E scherza per suggerire un gesto che i giovani potranno farsi reciprocamente con lo stesso spirito: "alle volte sono arrabbiato, con qualcuno. Ecco allora posso dirmi: 'lascia perdere'. E fare invece qualcosa per lui". Nella sua breve omelia, il Pontefice ha spiegato le parole del Vangelo con le quali è raccontato il gesto della lavanda dei piedi. "Questo - ha detto - è commovente: Gesù che lava i piedi. Pietro non capiva, rifiutava, ma Gesù gli ha spiegato: 'capite quello che ho fatto per voi'. Mi chiamate maestro e Signore, fate bene, io lo sono. Vi ho dato un esempio perché anche voi facciate cosi'". "Pietro - ha sottolineato Papa Francesco - non capiva ma Gesù ha spiegato il suo gesto. Dio ha fatto questo e spiega ai suoi discepoli che devono seguire il suo esempio".

Papa Francesco ha distribuito personalmente l'ostia consacrata ai ragazzi del Carcere Minorile e al personale presente nella Cappella. Papa Francesco ha lasciato la Cappella del carcere minorile di Casal del Marmo, dando appuntamento ai ragazzi nella palestra.

FacebookTwitterGoogleFeed

seguilciclismo

Meteo Abruzzo

La ricetta della settimana

Dolce vita

Seguilanotizia utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.